Sanitari Consapevoli

mindfulness, meditazione,tecniche di riduzione dello stress e operatori sanitari

Meditazione: non è quel che pensi

yogaPotrebbe essere utile chiarire fin da subito alcuni equivoci comuni sulla meditazione. Innanzitutto, è meglio considerare la meditazione come un modo di essere, invece che una tecnica o una collezione di tecniche.

Ripeto: la meditazione è un modo di essere, non una tecnica.

 Questo non significa che non ci siano metodi e tecniche associati alla pratica della meditazione. Ci sono, di fatto ce ne sono a centinaia, e faremo buon uso di alcune di esse. Ma, (…..) è utile tenere a mente, soprattutto, che la meditazione è un modo di essere o, possiamo dire, un modo di vedere, un modo di conoscere, perfino un modo di amare.

Altro equivoco: la meditazione non è un altro modo per dire «rilassamento». Forse sarà bene che ripeta anche: meditazione non è un altro termine per «rilassamento».

Ciò non vuol dire che la meditazione non sia spesso accompagnata da profondi stati di rilassamento e da profonde sensazioni di benessere; certo che lo è, o a volte può esserlo. Ma «meditazione di consapevolezza» significa abbracciare con consapevolezza tutti gli stati mentali, senza preferirne uno all’altro.(……)

Un altro equivoco sulla meditazione è che sia un modo di controllare i propri pensieri, o un modo per avere pensieri specifici. Anche questa idea ha in sè un certo grado di verità: di fatto ci sono forme specifiche di meditazioni discorsive che mirano a coltivare determinate qualità dell’essere come la gentilezza e l’equanimità ed emozioni positive come la gioia e la compassione. Tuttavia le idee che abbiamo sulla meditazione spesso rendono la pratica più difficile del necessario e ci impediscono di accedere a cuore aperto e a mente aperta all’esperienza del momento presente così com’è, invece che come vorremmo che fosse. (…..)

Meditare non significa cercare di andare altrove: significa permettere a se stessi di essere esattamente dove si è e permettere al mondo di essere esattamente com’è in questo momento.(…..)

Forse lasciando andare il desiderio che succeda qualcosa di speciale riusciamo a renderci conto che qualcosa di speciale sta già accadendo: è la vita, che emerge in ogni momento sotto forma della consapevolezza stessa.

Dr. Jon Kabat-Zinn,

“Riprendere i sensi. Guarire se stessi e il mondo con la consapevolezza”, TEA, 2005 (pag. 50-55)

 home

 

Condividi questo articolo:

    Posted under: Meditazione

    Tagged as: , , ,