Sanitari Consapevoli

mindfulness, meditazione,tecniche di riduzione dello stress e operatori sanitari

Risarcimento per stress da super lavoro

Lo stress da super lavoro va risarcito. Lo ha definitivamente sancito la sentenza 18211 della Cassazione. E così Umberto Berrino, portiere di notte, si è visto riconosciuto un risarcimento pari a 25 mila euro.  Per anni ha fatto turni di notte di 12 ore mentre i suoi due colleghi lavoravano solo di giorno e la Cassazione, giustamente, ha chiarito che in base al principio della “ragionevolezza” l’orario di lavoro deve rispettare i limiti della tutela del diritto alla salute. A niente sono valse le argomentazioni addotte dalla società romana datore di lavoro del portiere ( tra l’altro, licenziato) che ha fatto notare come la prestazione di un portiere non poteva essere considerata usurante date le “pause di inattività” legate a quel genere di prestazione, ma la Corte ha ribadito che il già citato “principio di ragionevolezza” si applica anche alle mansioni discontinue o di semplice attesa. Del resto, e ci sarebbe da ridere se fosse vero il contrario, il lavoratore anche se inoperoso è costretto a rimanere nella sede di lavoro ed è obbligato a tenere costantemente la propria forza di lavoro per ogni necessità. Una bella vittoria. Peccato però che il signor Umberto abbia comunque perso il suo posto di lavoro.

di Ferdinando Gaeta

 foto di Government Press Office (GPO)
 vai alla pagina principale

.

 

Condividi questo articolo:

    Posted under: Stress da lavoro

    Tagged as: , , ,